Il film del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Kill Bill – Volume 2

24 ottobre 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Il film di oggi è: Kill Bill - Volume 2

Questa sera, su Paramount Channel ore 21:15Il Morandini consiglia: 

Kill Bill - Volume 2Kill Bill: Vol. 2USA 2004GENERE: Avv. DURATA: 110′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3REGIA: Quentin TarantinoATTORI: Uma Thurman, David Carradine, Daryl Hannah, Michael Madsen, Gordon Liu
La Sposa/Black Mamba porta a termine la sua vendetta contro i responsabili dell'El Paso Texas Marriage Massacre. Prima della finale resa dei conti con Bill, elimina Budd/Sidewinder ed Elle Driver/California Mountain Snake. I 2 film sono consequenziali, le sconnessioni temporali e il citazionismo persistono, ma sono anche radicalmente diversi, quasi contrapposti. Kill Bill Vol. 2 è più parlato; più libero e più d'autore: meno sangue, meno azione, meno coreografie ma più dolore e più amore sino ai confini del melodramma, genere estraneo al regista: la Sposa/Beatrix è anche madre. Tarantino è un trasformista, un nuovo Houdini che giuoca con gli strumenti stilistici a disposizione, e li usa tutti: colore e bianconero, schermo panoramico e split-screen, montaggio convulso e piano-sequenza. C'è ancora l'omaggio al cinema asiatico col lungo e mimetico flashback sull'addestramento della Sposa alle arti marziali, ma è in funzione della straordinaria sequenza dell'uscita dalla tomba dov'è stata sepolta viva. Il riferimento metacinematografico maggiore sono i ritmi lenti dell'epica western, e non soltanto quelli dilatati di Sergio Leone. Più che un film, Tarantino crea un universo filmico. Nel parlare delle sue imprese criminali Bill ammette: “I overreacted”. Anche se sa fare Jackie Brown, tutto il cinema di Q.T. è overacted, esagerato, tende all'accumulo e alla ridondanza. Almeno U. Thurman e D. Hannah gli devono una riconoscenza senza fine.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.