Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

La parola del giorno è: piaf / regretter

19 ottobre 2008
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

piaf /pjaf/
s. m.(fam.) passero.

regretter /ʀ(ə)gʀete/
v. tr. (► coniug. 3 aimer)1 rimpiangere: on regrettera longtemps ce champion, rimpiangeremo a lungo questo campione; oh! combien je regrette le temps où …, oh! quanto rimpiango il tempo in cui …2 pentirsi, rammaricarsi: je regrette sincèrement ce geste impulsif, mi pento sinceramente di questo gesto impulsivo; comme je regrette de ne pas t'avoir écouté!, quanto mi rammarico di non averti dato retta!; tu verras, tu le regretteras!, vedrai che te ne pentirai!3 dispiacere, spiacere, rincrescere: … oh, le pauvre! comme je regrette!, … oh, poverino! come mi dispiace!; je regrette, mais je n'ai pas le temps, mi dispiace, ma non ho tempo; non, je regrette, c'est lui qui a raison!, no, mi rincresce, ha ragione lui!; je regrette de vous avoir fait attendre, mi dispiace di averla fatta aspettare.
NOTE DI CULTURA: Non, je ne regrette rien… è una frase comune, ma la canta Edith Piaf (1915-1963).

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.