Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

libération

25 aprile 2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: libération

libération /libeʀɑsjõ/
s. f.1 liberazione: la libération des captifs, la liberazione dei prigionieri; la libération d’un territoire, d’une ville, la liberazione d’un territorio, d’una città (astron.) vitesse de libération, velocità di liberazione, di fuga (dir.) libération conditionnelle, liberazione condizionale (econ.) libération des échanges, liberazione degli scambi (fis.) libération d’énergie, liberazione di energia (st.) Comité de Libération Nationale, Comitato di Liberazione Nazionale; compagnon de la libération, massima onorificenza francese per meriti acquisiti durante la Resistenza (guerra 1939-45)2 (dir.) quietanza liberatoria3 (mil.) congedo (m.).
NOTE DI CULTURA: Durante la Seconda guerra mondiale, l’antico termine libération ha significato la liberazione dei territori occupati dai nazisti.
Libération è il titolo di un quotidiano della sinistra radicale, innovativo per taglio tipografico e tipologia dell’informazione, fondato a Parigi da Jean-Paul Sartre nel 1973. Riprende idealmente l’eredità del quotidiano omonimo, nato durante la () Résistance e cessato nel 1964.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.