Le Mot du jour

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

féminin

8 marzo 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: féminin


féminin /feminɛ˜/
agg. sost. [f. féminine /feminin/ ]1 femminile: sexe féminin, sesso femminile; charme féminin, fascino femminile; équipe féminine, squadra femminile; les succès féminins d'un homme, le conquiste femminili di un uomo (ling.) genre féminin, genere femminile; article, adjectif, nom féminin, articolo, aggettivo, sostantivo femminile; un mot du (genre) féminin, un vocabolo di genere femminile; le féminin des adjectifs, il femminile degli aggettivi; adjectif au féminin, aggettivo al femminile (letter.) rime féminine, rima femminile2 femmineo, femminino: un danseur aux gestes féminins, un ballerino dalle movenze femminee; l'éternel féminin, l'eterno femminino.


NOTE D'USO

Normalmente il femminile degli aggettivi e quello di numerosi sostantivi si ottiene in francese aggiungendo semplicemente una e al maschile. Vi sono tuttavia numerosi aggettivi e sostantivi femminili irregolari, molti dei quali si distinguono abbastanza nettamente da quelli maschili. Nel caso più semplice si osserva il raddoppio della consonante finale maschile, per es. bon/bonne (buono/buona), lion/lionne (leone/leonessa), chat/chatte (gatto/gatta), italien/italienne (italiano/italiana)…Ma vi sono casi assai più complessi: quelli delle voci in cui al femminile compare un suffisso del tutto diverso da quello maschile. Elenchiamo qui di seguito le forme più diffuse:-eur → -euse: danseur/danseuse (danzatore/danzatrice)-eux → -euse: heureux/heureuse (felice)-teur → -trice: instituteur/institutrice (maestro/maestra, insegnante)-eau → -elle: beau/belle (bello/bella); nouveau/nouvelle (nuovo/nuova)-er → -ère: infirmier/infirmière (infermiere/infermiera)-ou → -olle: mou/molle (molle); fou/folle (matto/matta)-oux → -ouse: époux/épouse (sposo/sposa)Esistono anche femminili molto particolari come, dai maschili caduc e grec, caduque (caduca) e grecque (greca).I femminili irregolari sono segnalati come lemmi, il che rende più facile reperirli attraverso la consultazione del dizionario ( pluriel).Alcuni sostantivi maschili, per lo più relativi a professioni e qualifiche, non hanno forma femminile e sono quindi usati al maschile anche per riferirsi a donne. Tra questi sostantivi, certi, come auteur, posseggono una forma femminile rara o desueta (autrice) e una forma femminile di formazione recente e di uso sempre più esteso (auteure), nessuna delle quali è riconosciuta dall'Académie française. Entrambe le forme sono, per così dire, connotate: la prima negativamente (l'uso del femminile è percepito come forma di discriminazione, il che spiega perché sia diventata desueta), la seconda positivamente (l'uso del femminile è percepito come rivendicazione dell'identità femminile). Altri esempi: écrivain/écrivaine; poète (un poète o une poète per una donna, mentre poétesse è desueto al pari di autrice); sculpteur (al maschile anche per una donna oppure nelle forme sculptrice e sculpteuse); sénateur (al maschile anche per una donna oppure nella forma femminile sénatrice). Quando questi nomi maschili si riferiscono a una donna, è frequente l'uso appositivo, per esempio une femme écrivain.
Esercizio onlineEsercizio online

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.