La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

fiorire

23 marzo 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: fiorire

SILLABAZIONE: fio–rì–re
fiorìre (1) / fjoˈrire/ o florìre
[lat. tardo florīre, da florēre (da flōs, genit. flōris ‘fiore’), con metaplasmo av. 1257]
A v. intr. (io fiorìsco, tu fiorìsci; aus. essere, raro, lett. avere)
1 far fiori, coprirsi di fiori (+ di): la pianta, il ramo, il giardino, la campagna fioriscono; Invano / fiorisce di viole il colle e il piano (G. Gozzano) | il grano fiorisce, fa la spiga
2 (fig.) essere nel pieno vigore, floridezza, rigoglio e sim.: la giovinezza fiorisce; le arti e i commerci fiorirono nell'Italia rinascimentale | (est., lett.) essere adorno (+ di): fiorire di virtù, di bellezza, d'innocenza SIN. prosperare
3 (fig.) giungere alla fama, diventare illustre: Dante fiorì alla fine dell'Evo Medio; Roma fiorì per le armi e per il diritto | (fig.) nascere, affermarsi, svilupparsi: la civiltà minoica fiorì oltre 4000 anni fa
4 (fig.) prendere forma, manifestarsi: un sorriso le fiorì sulle labbra | PROV. se son rose, fioriranno, V. rosa (1)
5 coprirsi di muffa, di ossido o di un sale in efflorescenza: il vino, il rame, i muri fioriscono | incresparsi, spec. per umidità: l'intonaco del soffitto sta fiorendo | coprirsi di eruzioni cutanee
B v. tr.
1 (lett.) render pieno di fiori: la primavera fiorisce i campi e i giardini
2 (raro) ornare di fiori: fiorire una tomba; fiorire la mensa, le stanze | dipingere o disegnare a fiori: fiorire una parete
3 (fig., lett.) abbellire, arricchire: fiorire uno scritto, un discorso con eleganti metafore
C fiorìrsi v. rifl.
ornarsi


SILLABAZIONE: fio–rì–re
fiorìre (2) / fjoˈrire/
[da fiorire (1) av. 1374]
s. m. solo sing.
fioritura | (fig.) sviluppo, rigoglio: la città è tutta un fiorire di iniziative; il fiorire di nuove correnti culturali; vana cosa è il giovenil fiorire (L. de' Medici)

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.