La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

scherzo

1 aprile 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: scherzo

SILLABAZIONE: schér–zo
schérzo / ˈskertso/ o (lett.) ischérzo
[da scherzare av. 1374]
s. m.
1 lo scherzare | l'atto o il fatto di dire o fare qlco. in modo leggero e divertito, non seriamente: prendere qlco., tutto, in scherzo; volgere qlco. in scherzo; lasciare, mettere, da parte gli scherzi SIN. gioco, burletta, divertimento, (lett.) celia | senza scherzi, seriamente, davvero | scherzi a parte, parlando seriamente, davvero
2 gesto, atto, espressione e sim., fatto o detto scherzando: scherzo innocente, licenzioso, riuscito, simpatico, villano, di cattivo gusto | beffa, burla, presa in giro: non amo questi stupidi scherzi | non (saper) stare allo scherzo, offendersi facilmente | (fam.) scherzo da prete, di cattivo gusto | scherzo di natura, qualunque cosa fuori dell'ordinario; (est.) persona, animale, cosa, mal fatti o ripugnanti | scherzo di penna, ghirigoro | scherzi d'acqua, zampilli d'acqua disposti in modo da produrre particolari effetti | scherzi di luce, particolari effetti di luce
3 (est.) tiro, sorpresa, sgradevole: la malattia gli ha fatto un brutto scherzo; a volte il vino fa certi scherzi …
4 (fig.) ciò che non presenta nessuna difficoltà, cosa da nulla: oggi andare da Roma a New York in aereo è uno scherzo; per lui risolvere l'equazione è stato uno scherzo
5 nella loc. avv. per scherzo, non sul serio | nemmeno per scherzo, per nessuna ragione, assolutamente no
6 (letter.) componimento poetico di tono scherzoso, burlesco o faceto
7 (mus.) composizione vocale da 3 a 6 voci, introdotta nel sec. XVII e derivata dalla canzonetta rinascimentale, modellata su ritmi di danza | composizione per pianoforte, diffusa dal sec. XIX | movimento di una sinfonia, di una sonata o di una composizione cameristica, caratterizzato da un ritmo ternario rapido
|| scherzàccio, pegg. | scherzétto, dim. | scherzùccio, dim.
 SFUMATURE
scherzo - canzonatura - burla - beffa
Un atto o una parola volti a suscitare divertimento costituiscono uno scherzo; se animato da intenzioni derisorie nei confronti di qualcuno sarà una canzonatura o più familiarmente una presa in giro; se privo di intenzioni maligne od offensive sarà invece una burla; se architettato in maniera complessa sarà una beffa.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.