La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

attore

24 febbraio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: attore

SILLABAZIONE: at–tó–reSINONIMI
attóre / atˈtore/
[vc. dotta, lat. actōre(m), da ăgere ‘fare’ 1298]
s. m. (f. -trice)
1 chi recita, interpreta una parte in uno spettacolo: attore teatrale, cinematografico; attore di rivista, di avanspettacolo | attor giovane, ruolo del teatro drammatico italiano; (est.) attore adatto ad interpretare parti giovanili | (est., spreg.) simulatore: non fidarti di lei, è un'attrice esperta!
2 (fig.) chi partecipa attivamente e direttamente a una vicenda reale: quell'uomo fu attore di uno storico evento CONTR. spettatore
3 (letter.) nell'analisi strutturale del racconto, il personaggio in quanto realizza in concreto la funzione di attante
4 (dir.) colui che agisce in giudizio promuovendo un'azione: l'attore e il convenuto
5 agente
|| attorèllo, dim. | attorìno, dim. | attoróne, accr. | attorùccio, dim. | (spreg.) attorùcolo, dim. | attricétta, dim. f. (V.)
 DEFINIZIONI D'AUTORE
Io penso che l'attore abbia un compito nella vita, arduo ma splendido: quello di consolare. Consolarci dei nostri lutti, degli abbandoni, delle malattie, della vecchiaia e della morte. Può consolare facendo ridere, come Totò, ma deve riuscire a entrare (come faceva lui) nelle profondità linguistico-ripetitive e distorte delle sue parole. O come Eduardo che, avendo raggiunto quella profonda conoscenza di sé, poteva “consolare” anche solo esibendo la propria persona, in maniera quasi impudica. Per essere attori, quindi, non mi sembra sufficiente la bella dizione, la bella voce, la disinvoltura, l'elegante quanto narcisistico porgere, ma bisogna calarsi nel proprio buio profondo, per risalire poi portandosi alla luce.
Piera Degli Esposti

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.