La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

pusillanime / timoroso

27 febbraio 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: pusillanime / timoroso

SILLABAZIONE: pu–sil–là–ni–meSINONIMI
puṣillànime / puzilˈlanime/ o puṣillànimo
[vc. dotta, lat. tardo pusillănime(m), comp. di pusĭllus ‘piccolo’ (V. pusillo) e ănimus ‘animo’ av. 1292]
A agg.
detto di chi (o di ciò che) denota meschinità, pavidità, viltà: comportamento, mentalità pusillanime; non essere così pusillanime con i superiori!
B s. m. e f.
persona pusillanime SIN. vigliacco, vile
SFUMATURE timoroso


SILLABAZIONE: ti–mo–ró–soSINONIMI
timoróso / timoˈroso/ (o -ṣ-) o temoróso
[da timore av. 1294]
agg.
1 che è pieno di timore, di paura | che rivela timore: una risposta timorosa | (raro) timido
2 che dà paura
|| timorosaménte, avv. con timore; timidamente
|| timorosità, s. f. inv. (raro) senso di timore
 SFUMATURE
timoroso - trepido - irresoluto - pusillanime
Chi per natura ha sempre paura oppure è occasionalmente impaurito si dice timoroso. Trepido, parola d'uso letterario, si riferisce invece a chi, più che da vera paura, è dominato da un senso di inquietudine e apprensione. Chi è timoroso e si preoccupa ansiosamente delle conseguenze delle sue azioni, fino al punto di non essere in grado di prendere delle decisioni, si definisce irresoluto. Una connotazione più negativa ha pusillanime, che si differenzia dai termini precedenti perché indica chi o ciò che dimostra debolezza d'animo, mancanza di volontà e vigliaccheria.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.