La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

religione

12 aprile 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: religione

   
La parola del giorno di oggi è stata selezionata da Enrico Mentana. Clicca qui per leggere il suo commento.

 
SILLABAZIONE: re–li–gió–neSINONIMI
religióne / reliˈdʒone/ o riligióne
[vc. dotta, lat. religiōne(m), di etim. incerta 1261 ca.]
s. f.
1 complesso delle credenze, delle norme etiche e degli atti di culto che esprimono, nel corso della storia, la relazione delle varie società umane con il mondo divino | insieme di dogmi, precetti e riti che costituiscono ciascun culto religioso: religione cattolica, protestante, ebraica, buddista, musulmana | religione monoteistica, quella che riconosce un Dio unico | religione politeistica, quella che si fonda sulla credenza in una pluralità di rappresentazioni divine | religione panteistica, quella che riconosce natura divina a tutto l'universo | religione rivelata, che si fonda su una rivelazione direttamente fatta da Dio all'uomo e conservata, talvolta, in forma scritta | religione naturale, che è fondata sulla sola ragione | religione di Stato, quella che uno Stato riconosce ufficialmente sua propria
2 nel vecchio diritto canonico, denominazione degli istituti di vita consacrata | convento, monastero: Andò questo Giovanni … a una religione di monaci (F. Sacchetti)
3 rispetto devoto e fervido per entità astratte profondamente sentite o per sentimenti nobili: la religione dell'arte, dell'umanità, della patria, della famiglia, dell'onestà | (est.) con religione, con intenso raccoglimento o con esattezza scrupolosa | non c'è più religione, (fig., scherz.) è crollato ogni rispetto per valori umani o spirituali
4 (lett.) solennità, santità che incute rispetto e reverenza: almen l'antica / religione del bel loco io sento (U. Foscolo)
 NOMENCLATURA
religione caratteristiche: naturale, rivelata, animista, monoteistica, politeistica, panteistica, materialistica, positiva, trascendente, immanentistica, di Stato; forme e comunità religiose: idolatria, feticismo, animismo, culto degli antenati, vuduismo, sciamanismo, babismo, brahmanesimo, induismo, vedismo, buddhismo, lamaismo, giainismo, tantrismo, zenismo, confucianesimo, taoismo, scintoismo, islamismo, wahabismo, manicheismo, catarismo, mazdaismo = zoroastrismo, parsismo, mitraismo, sabeismo, rastafarianismo; cristianesimo, ebraismo, giudaismo, anglicanesimo, calvinismo, presbiterianesimo, puritanesimo, luteranesimo, protestantesimo, zwinglismo, ussitismo, quaccherismo, nestorianesimo, anabattismo, mormonismo, monofisismo; albigesi, drusi, basiliani; cristadelfiani, maroniti, melchiti, testimoni di Geova, uniati, valdesi; alcuni testi sacri: Bibbia (Antico Testamento, Nuovo Testamento = Vangelo), Talmud, Veda, Brahmana, Upanishad, Tantra, Yasna, Torah, Corano, Avesta, Libro dei morti; alcuni principi di base: mana, tabù; dogma; karma, nirvana, yoga, zen, tao, yin ↔ yang; edifici di culto: chiesa (V.), tempio, moschea, pagoda (indiana, birmana, cinese, giapponese), sinagoga, pantheon, sacello, santuario, tabernacolo, minareto; attività religiose: culto (religioso ↔ profano, permesso ↔ proibito, misterico, ufficiale ↔ tollerato, cattolico ↔ acattolico, privato ↔ pubblico); mito, rito, festa, cerimonia, processione, calendario liturgico, liturgia (romana, ambrosiana, armena, copta, gallicana, greca, illirica, ortodossa, slava; di rito romano, ambrosiano), Messa, preghiera, catechismo; fede, confessione, teofania = ierofania, rivelazione, comandamento, decalogo, ortodossia ↔ eterodossia = eresia, scisma; empio = sacrilego, iniziazione, conversione; abiura, apostasia, setta, fanatismo, ascetismo, pietismo, ecumenismo; religioso ↔ aconfessionale, discepolo, proselito, comunità religiosa, fedele = credente, praticante = osservante; integralismo; azioni: credere, essere credente, essere osservante del culto = professare, esercitare gli atti del culto; confessare, espiare, pentirsi; meditare, contemplare, pregare, adorare, venerare, ringraziare, propiziarsi la divinità, sacrificare; iniziare, convertire; rinnegare, abiurare.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.