La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

psicologia

22 giugno 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: psicologia

SILLABAZIONE: psi–co–lo–gì–a
psicologìa / psikoloˈdʒia/
[comp. di psico- e -logia 1739]
s. f. (pl. -gìe)
1 scienza che studia il comportamento e i processi mentali dell'uomo e dell'animale | psicologia analitica, la dottrina psicoanalitica di C.G. Jung (1875-1961) | psicologia applicata, che adatta le teorie psicologiche a diversi settori, quali i disturbi mentali, il lavoro, l'educazione e il crimine | psicologia clinica, che individua tecniche di cura avvalendosi delle scoperte dei vari settori della psicologia | psicologia filosofica, disciplina che tratta, come parte della filosofia, i problemi dell'essenza dell'anima | psicologia della forma, gestaltismo | psicologia evolutiva, quella che studia lo sviluppo psichico degli individui o dei gruppi | psicologia del profondo, parte della psicologia che studia i processi inconsci | psicologia del lavoro, psicologia applicata ai problemi e all'ambiente di lavoro SIN. psicotecnica | psicologia sociale, studio del comportamento degli individui e dei gruppi in un ambiente sociale | psicologia sperimentale, che adotta il metodo sperimentale, per cui, conosciute le condizioni in cui si manifesta un fenomeno, diventa possibile riprodurlo
2 (est.) capacità di comprendere i sentimenti, gli stati d'animo e le motivazioni dei comportamenti altrui: con lui bisogna usare un po' di psicologia; mancare di psicologia
3 (est.) maniera di pensare o di sentire di un individuo o di una categoria di individui, osservata attraverso determinate reazioni: la psicologia del compratore; la psicologia degli adolescenti; una psicologia completamente traviata dalla malattia e dall'abbandono (A. Moravia)

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.