The Word of the Day

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

ash

1 marzo 2017
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: ash


ash (2) /æʃ/
n.1 [U] cenere2 (anche ash grey) grigio cenere3 (pl.) ceneri (anche di un defunto): to rise from the ashes, risorgere dalle ceneri4 (al pl., sport) the Ashes, il trofeo di cricket tra l'Inghilterra e l'Australia NOTE DI CULTURA: The Ashes: il nome di questo trofeo risale alla prima sconfitta in casa dell'Inghilterra nel 1882, allorché su un giornale sportivo comparve l'ironico annuncio della «morte del cricket inglese» le cui ceneri sarebbero state trasportate in Australia. L'anno seguente, quando furono gli inglesi a vincere, gli australiani consegnarono loro l'urna delle supposte «ceneri», che diventò il trofeo del torneo, da allora conservato sempre in Inghilterra, anche quando viene vinto dall'Australia
ash bin, pattumiera □ ash-blond hair, capelli biondo cenere □ (USA) ash can, pattumiera; (slang) bomba di profondità □ (geol.) ash cone, cono di cenere (vulcanica) □ ash pan (o ash pit), ceneraio, ceneratoio □ (relig.) Ash Wednesday, il Mercoledì delle Ceneri, le Ceneri □ to burn to ashes, incenerire, ridurre in cenere: The enemy burnt the fort to ashes, il nemico ridusse in cenere il forte □ to haul the ashes, rimestare le ceneri □ (slang) to haul sb.'s ashes, picchiare, menare q. (pop.); (anche) fare una sveltina con q. (pop.) □ to reduce to ashes, ridurre in cenere; incenerire □ to be burnt (o reduced) to ashes, andare in cenere; incenerirsi: My house was burnt to ashes, la mia casa è andata in cenere.
Esercizio online

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.