Questa sera, su RaiMovie ore 21:05, il Morandini vi consiglia: Million Dollar Baby


Million Dollar BabyMillion Dollar BabyUSA 2004GENERE: Dramm. DURATA: 132′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 4 PUBBLICO: 3REGIA: Clint EastwoodATTORI: Clint Eastwood, Hilary Swank, Morgan Freeman, Anthony Mackie, Jay Baruchel, Lucia Rijker, Brian F. O'Byrne, Mike Colter
Frankie Dunn, anziano gestore di una scalcinata palestra di pugilato, accetta a malincuore, convinto dall'amico Eddie – ex pugile nero – di allenare la cameriera trentenne Maggie Fitzgerald che vede nella boxe l'unica, e ultima, occasione di riscatto sociale. Talento naturale, sostenuta da un'indomabile volontà e dalla competenza di Frankie, vince un incontro dopo l'altro e si trova a contendere il titolo mondiale alla potente e scorretta Billie. Colpita a tradimento, cade, batte la testa contro lo sgabello del suo angolo e rimane paralizzata. Tenuta in vita artificialmente, chiede a Frankie di aiutarla a morire. Scritto da Paul Haggis, tratto da Rope Burns: Stories from the Corner (Lo sfidante) di F.X. Toole. Non è un film sull'eutanasia. Non è nemmeno un film sulla boxe (“sport contro natura” dice la voce narrante di Eddie). Nella sua complessa struttura di simmetrie, antinomie e ambiguità, è un film tragicamente spietato sul dolore del mondo, sull'amore, l'amicizia, la dignità in un mondo di perdenti. Frankie dona la morte a Maggie perché “tenerla in vita è come ucciderla”. Il suo atto d'amore è il gesto di un suicida: chiude la storia di lei, apre quella di lui che se ne va. Si usa dire che Eastwood regista fa un cinema classico, ma occorrerebbe un saggio per dire perché e come lo sia. C'è in questo film – così trasparente e laconico, onesto e innocente in superficie – un pessimismo senza scampo. 4 premi Oscar: film, regia, attrice (Swank, cui dà la voce Laura Lenghi), attore non protagonista (Freeman).
AUTORE LETTERARIO: F.X. Toole