Il film di oggi è: Opera senza autore

Questa sera, su Rai3 ore 20:45Il Morandini consiglia:   

Opera senza autoreWerk ohne AutorGerm. 2018GENERE: Dramm. DURATA: 188′ VISIONE CONSIGLIATA: GCRITICA: 3,5 PUBBLICO: 1REGIA: Florian Henckel von DonnersmarckATTORI: Tom Schilling, Sebastian Koch, Paula Beer, Saskia Rosendahl, Oliver Masucci, Hanno Koffler, Ben Becker, Lars Eidinger
La durata non spaventi, perché sono 3 ore appassionanti, coinvolgenti, interessanti, emozionanti. Nella Germania del nascente nazismo, il piccolo Kurt assiste impotente alla eliminazione dell’anticonformista e molto amata zia Elizabeth (S. Rosendahl): la giovane dapprima viene forzatamente ricoverata come schizofrenica, poi uccisa nella famigerata clinica del dr. Kroll, creata dai nazisti per sopprimere tutti gli esseri umani “inutili”, disabili fisici e mentali, o a loro insindacabile giudizio considerati tali. Anni dopo, studente d’arte e pittore di talento, Kurt (T. Schilling) s’innamora di Ellie (P. Beer), non sapendo che il padre di lei, il dr. Seeband (S. Koch), fu il principale, convinto collaboratore di Kroll. Proprio lui tenta ora di separare i 2 innamorati. A qualunque costo. Ispirata a fatti realmente accaduti, è una carrellata su 3 epoche diverse della storia tedesca (dalla nascita del nazismo agli anni ’60), attraverso storie private, emotivamente coinvolgenti. E in seconda analisi è anche un film sull’arte, e soprattutto sul processo evolutivo e introspettivo che può portare l’essere umano a trasformare le ferite e i traumi subiti in opere immortali. “… Il talento dei geni è la crosta sulle ferite ricevute nella loro infanzia” disse Elia Kazan.