Questa sera, su Rai3 ore 20:30, Il Morandini consiglia:

Silence
Silence
USA 2016
GENERE: Dramm. DURATA: 161′
CRITICA: 3 PUBBLICO: 3
REGIA: Martin Scorsese
ATTORI: Liam Neeson, Andrew Garfield, Adam Driver, Ciarán Hinds

Metà del ‘600, 2 giovani missionari gesuiti, Padre Rodrigues e Padre Garupe partono dal Portogallo per il Giappone, a cercare il loro maestro spirituale, Padre Ferreira, accusato di apostasia. Sono consapevoli di andare in un paese dove il cattolicesimo è perseguito da feudatari e samurai con atroci torture fisiche e violenze psicologiche. Accolti come messia dai convertiti, contadini in attesa del paradiso in terra, i 2 gesuiti sono costretti a nascondersi e vivere nel terrore. Scorsese sceneggia con Jay Cocks il libro di Shūsaku Endō (1966), perseguendo il suo cammino spirituale attraverso il muro dogmatico del silenzio di Dio di fronte alle sofferenze umane. Il Giappone diventa un Getsemani. Ci sono anche un Giuda (un povero disgraziato di nome Kichijiro) e feroci inquisitori contro il tenace Padre Rodrigues, “l’esempio migliore e più luminoso di fede cattolica”. Quella del regista è una religione terrena a dimensione di uomo che riflette sulla percezione di Dio e sulle debolezze umane. Debole nell’argomentazione teologica, confuso anziché complesso. Suscita domande, non fornisce risposte, ma fa riflettere. Il progetto nasce nel 1988, Scorsese riesce ad acquistare i diritti del libro negli anni ’90, problemi legali e finanziari rallentano le cose, fino all’avvio della lavorazione nel 2016. Girato a Taiwan con un cast tecnico perfetto: Rodrigo Prieto (fotografia), Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo (scenografia e costumi), Kim Allen e Kathryn Kluge (colonna sonora).

AUTORE LETTERARIO: Shūsaku Endō

La recensione del film è tratta da:
il Morandini 2018
a cura di Laura Morandini, Luisa Morandini, Morando Morandini
Zanichelli editore