Questa sera, su Rai4 ore 21:10, il Morandini vi consiglia: Undisputed

UndisputedUndisputedUSAGerm. 2002GENERE: Dramm. DURATA: 96′ VISIONE CONSIGLIATA: TCRITICA: 3 PUBBLICO: 2REGIA: Walter HillATTORI: Wesley Snipes, Ving Rhames, Peter Falk, Jon Seda, Fisher Stevens, Michael Rooker, Wes Studi
Nel penitenziario di Sweetwater, in mezzo al deserto Mojave (California del Sud), dove si tengono incontri di boxe – tutti vinti dall'ergastolano Monroe Hutchen – arriva George “Iceman” Chambers, imbattuto campione dei pesi massimi condannato per stupro. Emmanuel “Mendy” Ripstein, vecchio e quasi cieco boss mafioso, organizza l'incontro tra i due che tutti i detenuti attendono. Vince Monroe. Un anno dopo, uscito dal carcere, Chambers si trova sul ring a difendere il titolo. Il telecronista insiste nel dire che è imbattuto: ufficialmente l'incontro nel carcere non è mai stato disputato (undisputed). Dopo il disastro di Supernova, il 60enne Hill ritrova la libertà con i marchi tedeschi e la sceneggiatura di David Giler (gli scrisse I guerrieri della palude silenziosa). Film denso, intenso, maschio ma non maschilista, calato nella luce e nei colori di Lloyd Ahern II, abituale operatore di Hill, imperniato sull'attesa dell'incontro dove fa macchia un grande Falk, quasi un simbolico Omero. Pur partendo da una base realistica, fusione tra i due sottogeneri del carcerario e del pugilistico, il cinema di Hill punta alla leggenda, al mito.