La parola di oggi è: amaro

SILLABAZIONE: a–mà–ro SINONIMI
amàro / aˈmaro/
[lat. amāru(m), di etim. incerta av. 1250]
A agg.
1 che ha sapore contrario al dolce, caratteristico della china, dell’assenzio e sim.: bibita, mandorla amara; è amaro come il fiele, come il veleno | caffè amaro, senza zucchero
2 (fig.) che procura dispiacere, disappunto o dolore: un amaro rimprovero; un’amara sorpresa; un’amara soddisfazione | (est.) che manifesta tristezza e dolore: piangere amare lacrime | avere la bocca amara, sentire un sapore amaro; (fig.) rimanere delusi | mandare giù un boccone amaro, (fig.) sopportare un’offesa ingiusta, un torto o qlco. di spiacevole | (fig.) riso amaro, triste
|| amaraménte, avv. in modo doloroso e sconsolato
B s. m.
1 sapore amaro: l’amaro del rabarbaro; questa aranciata sa d’amaro
2 (enol.) alterazione di origine microbica dei vini vecchi da tempo imbottigliati
3 aperitivo o digestivo aromatico preparato con varie essenze e di gusto amarognolo
4 (fig.) amarezza, dolore, rancore | inghiottire, masticare amaro, subire un torto, un sopruso | avere dell’amaro in corpo, provare astio, rancore
|| amarétto, dim. (V.) | amarìccio, dim. | amarìno, dim.