La parola di oggi è: cuccagna

Sillabazione: cuc–cà–gna
cuccàgna / kukˈkaɲɲa/
[provenz. cocanha, dal got. *kōka ‘torta’ av. 1449]
s. f.
1 paese favoloso in cui regnano delizie di ogni genere: durava questa bella cuccagna di baloccarsi e di divertirsi (C. Collodi) | (est.) luogo in cui ognuno vive lietamente e senza pensieri
2 caso, evento fortunato, occasione favorevole e sim.: che cuccagna!; approfittare della cuccagna | cibo delizioso, leccornia | albero della cuccagna, nelle feste paesane, palo insaponato alla cui sommità sono appesi premi vari destinati a chi, arrampicandosi, riesce a impadronirsene
3 vita piacevole e allegra vissuta senza difficoltà: trovare la cuccagna; è finita la cuccagna
 SFUMATURE
cuccagna – pacchia – manna
Cuccagna è originariamente un paese immaginario dove c'è una grande abbondanza di cibi, bevande, e ogni altro genere di piaceri e divertimenti; in uso estensivo descrive una condizione di vita facile, nella quale le cose si ottengono senza alcuna fatica. In questo significato suo sinonimo è pacchia. Significato lievemente diverso ha manna, letteralmente il cibo che Dio fece piovere dal cielo per nutrire gli Ebrei in fuga dall'Egitto, in senso figurato un aiuto inaspettato, un beneficio prezioso e insperato.