La parola di oggi è: gramo

Sillabazione: grà–mo
gràmo / ˈɡramo/
[prob. di orig. germ.: *gram ‘affanno, cordoglio’ sec. XIII]
agg.
1 povero e doloroso: vita grama | misero, meschino: tempi grami; M'accori, dolente rinverdire, / odore dell'infanzia / che grama gioia accolse (S. Quasimodo)
2 scarso, debole: alla luce di un gramo fanale (I. Svevo)
3 (lett.) infelice, dolente: molte genti fé già viver grame (Dante Inf. I, 51) | dispiaciuto