La parola di oggi è: macabro

Sillabazione: mà–ca–bro
màcabro / ˈmakabro/ o (raro) macàbro
[fr. macabre; da (danse) macabre, alterazione di danse macabré ‘danza dei Maccabei’, eroi biblici il cui culto era avvicinato a quello dei morti av. 1798]
A agg.
che ricorda la morte o si riferisce alla morte, spec. nei suoi aspetti più impressionanti | (est.) spaventoso, orrido: scoperta, vista, scena macabra; la macabra ferocia di questa pretesa (L. Pirandello) SIN. orrendo, raccapricciante
|| macabraménte, avv.
B s. m.
ciò che è macabro: rifuggire dal macabro