La parola di oggi è: mormorare


mormoràre / mormoˈrare/
[lat. murmurāre, da mŭrmur ‘mormore’ 1268]
A v. intr. (io mórmoro; aus. avere)
1 produrre un rumore lieve e continuo, detto di acque correnti, delle fronde mosse dal vento e sim.: chiara fontana … acque fresche e dolci / spargea soavemente mormorando (F. Petrarca)
2 parlare sommessamente: mormorare tra i denti SIN. bisbigliare, sussurrare
3 (est.) brontolare, lagnarsi: il pubblico cominciò a mormorare
4 sparlare di qlcu.: la gente mormora alle tue spalle, contro di te, sui tuoi comportamenti
B v. tr.
dire a bassa voce: mi mormorò alcune parole all'orecchio SIN. bisbigliare, sussurrare