L'album della settimana

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Paolo Nutini | Sunny Side Up (2009)

17/05/2013
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

Nato nell'87 a Pasley (Scozia) da padre di origini toscane (Barga, Lucca) e madre scozzese, Nutini è uno di quei fenomeni musicali nati per caso e divenuti, già all'esordio, oggetto di culto fra i teenager – e non solo – di tutto il mondo. Scoperto da Ken Nelson (produttore dei Coldplay) durante un'esibizione estemporanea e casuale, si trasferisce a Londra a 17 anni. Grazie a Internet, con soli due brani on line, diventa un piccolo idolo nel giro di pochi mesi tanto da fare la guest star durante i concerti di Amy Winehouse. La Atlantic lo mette sotto contratto nel '06 e il suo primo album, These Streets, si rivela un successo clamoroso. Da quel momento gli si apre davanti una vera e propria autostrada: fra partecipazioni di lusso accanto a mostri sacri come Rolling Stones e Liza Minnelli e, soprattutto, il passaparola dei fan, l'album raggiunge i 2 milioni di copie. A tre anni di distanza esce Sunny Side Up che conferma le sue enormi qualità dovute all'amore per la musica Soul (Otis Redding), lo Swing (Louis Prima) e gran parte dei generi musicali assorbiti durante l'infanzia: dal Pop al Rock, dal Country al Folk. Grande capacità di scrittura e una voce inimitabile ne fanno, al momento, uno degli artisti più apprezzabili dei primi, e magari secondi, anni 2000. Al fianco della discografia in studio, numerosi gli EP dal vivo – a Londra, all'Isola di Wight, a New Orleans – dove si conferma ottimo entertainer anche dal palco.

 

Sunny Side Up
Atlantic, 2009 – ★★★★★    Sunny Side Up (Deluxe Version) - Paolo Nutini

Raggiunta la maggiore età, Nutini, ora con una voce navigata, non solo conferma tutte le qualità dell'esordio ma si supera mettendo in piedi un vero e proprio piccolo capolavoro. Il padre deve avergli fatto ascoltare ottima musica se il suo gusto ha selezionato e poi rielaborato canzoni come queste. 10/10 e Pencil Full Of Lead sono un sentito omaggio a Louis Prima, Growing Up Beside You profuma di Hawaii, Tricks Of The Trade si culla nel Folk e No Other Way è uno dei Soul più appassionati degli ultimi 50 anni.

Canzone Candy

I know you got plenty to offer, baby
But I guess I've taken quite enough
Well, I'm some stain there on your bed sheet
You're my diamond in the rough

Piattaforma Spotify

Piattaforma Grooveshark

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.