La parola del giorno

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

previdenza

26 agosto 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: previdenza

SILLABAZIONE: pre–vi–dèn–za
previdènza / previˈdɛntsa/ o previdènzia
[vc. dotta, lat. tardo praevidĕntia(m), da prāevidens, genit. praevidĕntis ‘previdente’ av. 1327]
s. f.
1 caratteristica di chi è previdente: la proverbiale previdenza della formica; nessuno dubita della tua previdenza; mancare di previdenza SIN. lungimiranza, prudenza CONTR. imprevidenza
2 insieme di provvedimenti a carattere assistenziale disposti a favore di una categoria di persone | previdenza sociale, complesso delle prestazioni erogate da enti pubblici e finanziate mediante versamento di contributi obbligatori, dirette a garantire mezzi di sostentamento in caso di infortunio, malattia e disoccupazione oppure, in forma di pensione, in caso di invalidità, anzianità o vecchiaia SIN. assicurazione sociale | previdenza integrativa o complementare, aggiuntiva rispetto a quella sociale ed erogata da enti privati in base a contratti collettivi o individuali
 SFUMATURE
previdenza - circospezione - lungimiranza
La capacità di prevedere ciò che potrebbe accadere e di provvedere in anticipo per evitare conseguenze spiacevoli o dannose si chiama previdenza. La circospezione è un tratto del carattere spesso presente in chi è previdente, e consiste nella capacità di agire con particolare prudenza e cautela nell'obiettivo di minimizzare i rischi. Lungimiranza è invece la caratteristica di chi sa guardare avanti, sa intuire, anticipare i futuri sviluppi di un fatto o di una circostanza; rispetto a previdenza suggerisce una maggiore ampiezza di vedute e un interesse più largo rispetto a quello strettamente personale.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.