The Word of the Day

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

rotten

13 ottobre 2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: rotten

rotten /ˈrɒtn/
a.1 marcio; putrefatto: a rotten egg [tomato], un uovo [un pomodoro] marcio; rotten timber, legno fradicio2 (fam.: di dente) cariato3 (fig.) corrotto; marcio: rotten to the core, marcio fino al midollo4 (slang) pessimo; penoso: a rotten book, un libro pessimo; uno schifo di libro; to be rotten at st., far pena in qc.; She's rotten at skiing, come sciatrice, fa pena5 (slang) sleale; vigliacco: What a rotten thing to do!, che vigliaccata!; to be rotten to sb., comportarsi malissimo con q.; They were really rotten to her!, si sono comportati malissimo con lei; a rotten bastard, un maledetto bastardo
(fig.) rotten apple, mela marcia □ (stor.) rotten borough, circoscrizione elettorale nell'Inghilterra del XIX secolo i cui abitanti, seppure in numero insufficiente, mantenevano il diritto di voto per il parlamento, che vendevano al miglior offerente □ a rotten situation, una situazione incasinata (pop.) □ rotten weather, tempo pessimo; tempaccio □ (slang ingl.) to fancy sb. rotten –: She fancies him rotten, le piace da morire □ (fam.) to feel rotten, (malato) stare da schifo; (colpevole) sentirsi un verme: I felt rotten about what happened, mi sono sentita un verme per quello che è successo □ (slang ingl.) to spoil sb. rotten, viziare q. in modo vergognoso: They spoil their son rotten, viziano il figlio in modo vergognoso □ What rotten luck!, che scalogna!; che sfiga! (pop.)
rottenly avv.
rottenness n. [U].

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.