The Word of the Day

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

pip

26 aprile 2016
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

La parola di oggi è: pip


pip (1) /pɪp/
n.1 seme (di mela, pera, arancia, ecc.)2 (d'uva) vinacciolo.


pip (2) /pɪp/
n. [U]1 pipita (malattia dei polli)2 (slang) malessere; (lieve) indisposizione3 (slang, antiq.) malumore: That gives me the pip, ciò mi mette di malumore.



pip (3) /pɪp/
n.1 punto (unità; simbolo segnato sulle tessere del domino, sui dadi, ecc.)2 (mil.) stelletta (da ufficiale)3 (bot.) singolo fiorellino (d'una infiorescenza a grappolo o a pannocchia)4 faccetta romboidale (della buccia d'un ananas)5 (slang USA) foruncolo; brufolo.



pip (4) /pɪp/
n.1 (elettron.) segnale di ritorno; traccia d'impulso2 (radio, TV) suono acuto e breve (prodotto meccanicamente per segnare i secondi): They broadcast six pips as a time-signal, trasmettono sei «pip» come segnale orario3 (pl.) the pips, il segnale orario.

Vuoi ricevere tutti i giorni la parola del giorno? Ricevi via email

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.