WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

Selfie

29/10/2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

selfie: sostantivo

 

Celebrities like Rihanna, Kim Kardashian, Justin Bieber, and Lady Gaga post selfies, maintaining visual diaries for their millions of followers.

 

L’autoritratto fotografico esiste da quando esiste la fotografia, ma la sua più recente incarnazione, il selfie, ha solo una decina d’anni di vita e deve la sua straordinaria fortuna all’avvento della fotocamera digitale prima e degli smartphone dopo. Grazie alla sofisticata fotocamera frontale di cui è dotato il cellulare, oggi basta un attimo per fare un autoscatto, modificarlo e postarlo su un sito di social media.

 

È stato nei primi anni 2000 che i selfie hanno fatto la loro comparsa su siti come Flickr e MySpace, ed è su questi siti che il termine selfie fu coniato, come parola chiave o hashtag di catalogazione. L’ascesa del selfie alla ribalta mondiale è stata confermata dal famoso (e discusso) autoscatto della premier danese Helle Thorning-Schmidt insieme a Barack Obama e David Cameron alle esequie solenni di Nelson Mandela nel 2013. E il selfie scattato da Ellen de Generes, conduttrice della cerimonia degli Oscar 2014, insieme alle star hollywoodiane è stato, ad oggi, il più ritwittato della storia.

 

Origini del termine

 

Selfie nasce da self (come self portrait) più il suffisso –ie che, come l’alternativa –y, si usa in inglese per formare parole del linguaggio infantile o comunque di registro informale con una connotazione affettuosa. Dunque biscuit diventa biccy, barbecue barbie, drink drinkie e così via. Allo stesso modo, spesso i giornalisti o i compagni di squadra aggiungono un suffisso ai cognomi dei giocatori, perciò per esempio Ryan Giggs diventa Giggsy e Alastair Cook diventa Cookie.

 

Sulla falsariga di selfie abbiamo il legsie (selfie delle gambe), l’helfie (dei capelli) e il belfie (del fondoschiena); ma anche lo shelfie, il selfie delle mensole. Nessuno dei suddetti ha raggiunto la popolarità di selfie, espressione su misura per un’epoca con l’ossessione dell’immagine.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.