Tag: sostantivi

nice cream

A chi non piace il gelato? Esatto. Però non tutti lo possono mangiare: i vegani, per esempio, oppure chi è intollerante al lattosio o chi semplicemente vuole o deve tener d’occhio la bilancia. Niente paura, oggi c’è il nice cream!


glow-up

L’avvento dei social basati sull’immagine ha dato origine a nuovi fenomeni, compreso quello di cui parliamo oggi, glo-up o glow-up.


curate

Una volta la parola curator indicava esclusivamente la figura professionale che si occupa di musei e mostre d’arte, ma oggigiorno il campo dell’oggetto della progettazione e organizzazione si è ampliato fino a comprendere festival, eventi e album ma anche video, playlist, libri e film; database e app, mobili e capi d’abbigliamento, cibi e bevande


flight shame

Riconosciuta l’emergenza climatica che stiamo vivendo, resta da chiedersi che cosa ognuno di noi può fare per contribuire a risolvere il problema.


VSCO girl

Una tipica VSCO girl posta video o selfie che la riprendono in spiaggia o comunque all’aperto mentre indossa una magliettona o un top corto, shorts e scarpe casual. Tra gli accessori immancabili, vivaci fermacoda colorati e borraccia.


shelfie

Il selfie ha dato origine a tutta una serie di varianti, dal belfie (il selfie del fondoschiena, reso famoso da Kim Kardashian), al legsie (quello delle gambe, di solito fatto in vacanza allo scopo di sfoggiare la tintarella) e all’helfie (il selfie dei capelli).


swishing

Swishing richiama il fruscio tipico dei vestiti, swishing, e il sinonimo rustling, nel senso di ‘furto, appropriazione’; inoltre riecheggia l’aggettivo colloquiale swish, ‘di lusso’.


begpacker

Dei begpackers si è cominciato a parlare un paio d’anni fa, quando sui media iniziarono a circolare foto di giovani turisti occidentali che chiedevano l’elemosina in Thailandia e Malaysia


bivalvegan

Sia ostrovegan che bivalvegan sono parole macedonia formate dall’aggettivo e sostantivo vegan e il sostantivo ostro (derivato dal latino ostrea, ostrica) e il sostantivo bivalve rispettivamente.


climate emergency

Nell’ultimo anno si è parlato dell’ambiente come non mai e l’opinione della comunità scientifica che le attività umane siano responsabili del riscaldamento del pianeta è generalmente accettata.