La parola di oggi è: paventare

Sillabazione: pa–ven–tà–re
paventàre / pavenˈtare/
[lat. parl. *paventāre, da păvens, genit. pavĕntis, part. pres. di pavēre. V. pavere 1294]
A v. tr. (io pavènto)
(lett.) temere: paventò la morte chi la vita aborria (G. Leopardi) | prevedere con preoccupazione qlco. di negativo: paventare una contestazione; si paventa il ritorno del maltempo
B v. intr. (aus. avere)
1 (lett.) aver paura
2 adombrarsi, spaventarsi, detto spec. di animali