WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

3D printing

18/01/2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

3D printing: sostantivo non numerabile

3D printer: sostantivo numerabile

3D printed: aggettivo

 

3D printing is an emerging technology that has many applications and offers an innovative way to create unique or personalised objects.

The 3D printer was delivered to the ISS two months ago and the first thing it made was a sample component for itself.

I drove a 3D printed car. It wasn't for long, and it wasn't far, but it was a singularly awesome experience.

 

Vi sarà capitato di leggere che la prima auto stampata con la tecnologia 3D (3D printed car) è stata assemblata e ha persino effettuato una prova su strada. La vettura, Strati, è stata ideata dal designer italiano Michele Anoè e realizzata dall’americana Local Motors.

E più di recente, gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale hanno usato una stampante 3D (3D printer) per produrre una chiave meccanica seguendo le istruzioni inviate loro via email dalla NASA.

Solo qualche anno fa il concetto di 3D printing, la stampa in 3D, sembrava fantascientifico, eppure si è fatto strada nella vita di tutti i giorni a una velocità stupefacente. E mentre le prime reazioni mediatiche erano scettiche o allarmistiche – e se la criminalità usasse la tecnologia 3D per stampare armi? – oggi le notizie sono presentate perlopiù positivamente. Una chiave meccanica fabbricata nello spazio, un’auto che consta di appena 49 parti, contro le circa 5.000 che tipicamente compongono una vettura tradizionale: tutte cose cha hanno ancora dell’incredibile, ma che cominciano a sembrare sempre più fattibili. Una piccola ricerca su Google svela che si può acquistare una 3D printer, una stampante 3D, a partire da 6-700 euro, anche se per quel prezzo immagino che al massimo si possa stampare una chiave meccanica, piuttosto che una macchina elettrica...

 

Origini del termine

 

L’espressione 3D printing è formata dall’acronimo usato comunemente per three-dimensional e dal sostantivo printing. Il termine 3D di solito si riferisce a film, immagini ecc. che danno l’impressione di tridimensionalità. Ovviamente, mentre la stampa tradizionale è bidimensionale, una 3D printer produce oggetti reali che funzionano davvero. Il termine alternativo additive manufacturing (o AM), cioè produzione (o manifattura) additiva, rende molto meglio l’idea del procedimento tecnologico impiegato, ma 3D printing è l’espressione che si è imposta.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.