La parola di oggi è: crever

crever /kʀəve/
A v. intr. (► coniug. 3.16 soulever; aus. avoir)1 scoppiare: le ballon a crevé, il pallone è scoppiato; un pneu de mon vélo a crevé, mi è scoppiata una gomma della bicicletta; l’abcès n’a pas encore crevé, l’ascesso non è ancora scoppiato; (fig.) une affaire qui crève dans les mains, un affare che va a monte2 (fam.) crepare: crever de faim, de soif, de chaleur, de froid, crepare di fame, di sete, di caldo, di freddo; (iron.) crever de santé, crepare di salute; crever d’envie, de dépit, d’ennui, crepare d’invidia, di dispetto, di noia; manger à en crever, mangiare da crepare; il fait une chaleur à crever, fa un caldo da crepare; c’est à crever de rire, è da crepare dal ridere; (fam.) il la crève, fa la fame3 (fam.) morire: laisser crever une plante, lasciar morire una pianta
B v. tr.1 far scoppiare: crever un abcès, far scoppiare un ascesso; crever les yeux à q., accecare q.; il se crève les yeux à lire, si cava gli occhi a leggere; “où sont les lunettes?” “elles te crèvent les yeux!”, “dove sono gli occhiali?” “ma se li hai lì sotto il naso!”; ça crève le cœur de voir des choses pareilles!, strappa il cuore vedere cose simili!; les importations ont crevé le plafond, le importazioni hanno superato il limite massimo stabilito2 forare, bucare: coureur qui crève (un pneu), corridore che fora (una gomma); (fig.) un acteur qui crève l’écran, un attore che buca lo schermo3 (fam.) ammazzare, spompare: un travail qui vous crève, un lavoro che ti ammazza
C se crever v. pron.(fam.) ammazzarsi dal lavoro, spomparsi.