WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

vape; vaping

20/11/2014
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

to vape – verbo intransitivo/transitivo

vaping – sostantivo non numerabile

vaper – sostantivo numerabile

 

La Oxford Dictionaries ha appena annunciato di aver scelto to vape (svapare) come parola dell’anno. In realtà questo rito annuale, in cui gli editori allungano bocconcini lessicografici prelibati ai giornalisti affamati di novità, è diventato quasi una trovata pubblicitaria (legata anche al bisogno di riempire spazi sui giornali e sui teleschermi) e poco ha a che fare col lavoro quotidiano legato alla lessicografia. D’altra parte però offre spunti di discussione genuini e, anche se per breve tempo, consente ai dizionari e ai lessicografi – come me – di affacciarsi timidamente alla ribalta. Di ciò, immagino dovrei essere riconoscente…

 

Con la sua scelta, l’Oxford University Press ha messo in luce un trend sociale oltre che linguistico. La prima volta che ho visto un vaping kit è stato nel 2009 circa (il maestro di pianoforte di mia figlia ne aveva uno): ricordo che rimasi affascinata da quello strano apparecchio che, con tubicini, cartucce e altri aggeggi, mi ricordava una specie di Piccolo Chimico. Ma in realtà sia il termine sia l’attività pare siano ancora più vecchi: la prima sigaretta senza fumo risale agli anni Settanta e l’attività prese da subito il nome di vaping.

 

Origini del termine

 

Il verbo to vape e i sostantivi da esso derivati, vaping e vaper, sono esempi del processo linguistico detto clipping (accorciamento); la parola da cui prendono le mosse è il sostantivo vapour o il verbo to vaporize, riferendosi alla vaporizzazione del liquido contenuto nella sigaretta elettronica. Un accorciamento simile è quello subìto da e-cigarette o e-cig (dove e- è a sua volta l’abbreviazione di electronic): qui scompare l’ultima parte della parola, ma talvolta si elimina la prima, vedi per esempio chute (parachute) o phone (telephone). In altri casi si mantiene solo la parte centrale, come nel caso di flu (influenza). In rete è tutto un fiorire di accorciamenti fantasiosi, prova ne siano parole come adorbs (adorable) o srsly (seriously).

 

Traduzione di Loredana Riu

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.