Tag: neologismi

deepfake

Non possiamo più credere ai nostri occhi e la macchina (o la persona dietro la macchina) mente, eccome, per trarci in inganno.


citizen science

Di tutti gli effetti avuti da internet sulla nostra società, uno dei più positivi è senz’altro la citizen science, la scienza partecipata, ovvero le iniziative con le quali la comunità scientifica coinvolge i cittadini nella ricerca.


gender-neutral

La gender neutrality, o neutralità di genere, consiste essenzialmente nell’evitare preconcetti e stereotipi basati sul genere.


aggettivi usati come sostantivi

smart – aggettivo funny – aggettivo happy – aggettivo awesome – aggettivo Alexandra Willis is putting smart to work to […]


woke

Essere woke significa essere consapevole delle ingiustizie sociali, in particolare delle forme di razzismo e delle disuguaglianze di genere.


centrist dad

centrist dad – sostantivo Centrist dad’s tone is that of a bitterly disappointed parent lecturing his children on their political […]


gammon

Il gammon è una preparazione a base di carne di maiale, salata o affumicata, che possiamo definire una sorta di prosciutto. Da qualche anno a questa parte però il termine è diventato un insulto per un tipo ben preciso di persona, cioè un uomo, bianco, di mezz’età e di idee destrorse.


flexitarian

Flexitarian nasce dall’unione dell’aggettivo flexible e dal sostantivo e aggettivo vegetarian. Coniato alla fine degli anni 1990, il termine è diventato sempre più comune negli ultimi anni a causa dell’attenzione maggiore che dedichiamo al cibo e al suo impatto ambientale.


misogynoir

Il termine misogynoir, una parola macedonia composta da misogyny e noir, è stato coniato nel 2010 dalla femminista afroamericana gay Moya Bailey per descrivere la misoginia nei confronti delle donne di colore nella cultura hip-hop.


side-eye

Lanciare un’occhiata di traverso a qualcuno, o give someone the side-eye, può esprimere diversi stati d’animo tra cui curiosità, sospetto, disapprovazione, disprezzo o incredulità ed è utilissimo per manifestare i propri sentimenti senza parlare: basta l’espressione del viso.