WordWatch

Facebook Twitter Google+ Feed RSS

weather bomb

16/11/2015
Facebook Twitter Google+ Invia per e-mail

weather bomb – sostantivo numerabile

 

UK weather bomb returns this weekend as temperatures plummet to -4C with Britain expecting 36 days of snow.

Britain will be hammered by Storm Abigail, recalling 2014's 'weather bomb', with forecasters predicting gusts of up to 70mph and possible snow this weekend.

Weather bombs happen fairly regularly. There are usually several each year and they are more common in winter.

 

Che ai britannici piaccia parlare del tempo è cosa risaputa, così come si sa che per i media le condizioni meteo avverse sono una manna, perché forniscono materia prima per articoli, servizi speciali e interviste a ‘esperti’ con poca spesa e fatica. La combinazione dei due fattori dà origine alla circolazione della miriade di notizie più o meno allarmistiche tipiche di questo periodo dell’anno. Alcune, come quella citata in apertura, risultano completamente infondate (il tempo si mantenne calmo e non ci furono nevicate di rilievo); altre, come quella che si riferisce alla tempesta nord-atlantica del 2014, sono sfortunatamente accurate: in certe zone al largo delle coste scozzesi si registrarono raffiche di vento a oltre 230 km/h. Ma questi fenomeni sono normali e relativamente frequenti, visto che il termine ‘bomba’ in meteorologia si usa quando strutture vorticose si approfondiscono molto velocemente con una pressione che scende di 1 hPa l'ora per almeno 24 ore.

 

Origini del termine

 

L’espressione weather bomb (bomba meteorologica) è in circolazione dagli anni ’40 ma negli anni recenti se ne è fatto un uso indiscriminato, senz’altro dovuto alla presa che la parola ‘bomb’ ha sulla fantasia del pubblico. Eppure il nome tecnico del fenomeno così banalmente descritto è assolutamente espressivo: ciclogenesi esplosiva.

Lascia un Commento

Se vuoi, facci sapere cosa ne pensi. Il tuo commento verrà letto dal moderatore del blog, che deciderà se pubblicarlo. Vogliamo che queste pagine siano piacevoli da leggere, ordinate e informative, e dunque pubblicheremo solo i commenti che contribuiscano in modo costruttivo alla discussione, con idee e critiche nuove e originali, senza ripetere argomentazioni e preoccupazioni che hanno già trovato voce in commenti precedenti. Prima di scrivere, è una buona idee leggere i nostri consigli di netiquette: seguirli rende più probabile che il tuo commento sia pubblicato.